Progetto Personale

Progetto fotografico: Mixed Martial Arts- MMA

Questa disciplina sportiva è considerata, negli sport da combattimento, la più completa che esista. E’ l’applicazione di arti marziali miste, che viene da lontano. E’ salita alla ribalta da qualche anno, complice qualche film, e qualche atleta un po’ sopra le righe (vedi Connor McGregor ndr), ma in realtà apparve già nei giochi Olimpici nell’antica Grecia nel 648 a.c.

Si è evoluta negli anni e oggi mischia: lotta olimpica, muay thai, submission grappling, brazilian jiu-jitsu, kickboxing e la boxe, tuttavia capita che alcuni atleti provegano da altri stili come il judo, il taekwondo, il karate kyokushinkai, il sambo e il sanda. (Fonte Wikipedia)

Il soggetto ritratto è Paolo Zorzi, Veneto Doc,  ex-giocatore professionista di Football Americano italiano di serie A (IFL). Campione Italiano “Italian SuperBowl 2009” e miglior difensore (MVP 2009). Uno dei pochi giocatori italiani che ha partecipato a campionati in USA, Germania,Spagna e Slovenia.

Oggi è un’atleta MMA. Lo sto seguendo da diversi mesi:durante l’allenamento, gli incontri e anche in Studio.

Il mio progetto volge a far emergere come questo sport all’apparenza “duro e violento” abbia in realtà un aspetto nascosto, legato alla lealtà verso l’avversario, al dolore, alla perseveranza.

C’è un aforisma sul pugilato, che calza a pennello anche per l’MMA:
Sul ring vai incontro al dolore, e vai incontro con tutta la forza che puoi per incassare il meglio possibile senza mai indietreggiare, con la consapevolezza che tutto quello che potrebbe farti male ce l’hai davanti, che niente ti colpirà alla nuca approfittando di una distrazione momentanea, che nessuno giocherà alle tue spalle. Non ci sono traditori sul ring, nessuna bugia in quel quadrato, perché il pugilato è onore, il pugilato insegna a crescere, insegna ad essere uomini, il pugilato è magia, il pugilato è la follia di rischiare tutto per un sogno che nessuno vede, tranne te”.